Skip to content

Mese: Febbraio 2019

[Building] Il taglialegna

Continuiamo la nostra serie panoramica sugli edifici con uno di quelli più importanti per qualsiasi colonia di The Settlers: il taglialegna.

I nostri coloni portano con sé del legno tenero e del legno duro sulla nave, ma dal momento che tutte le prime costruzioni lo richiedono, dovremo ottenere rapidamente una nostra produzione di legno tenero.

Ogni taglialegna abbatte gli alberi in una certa area attorno al suo posto di lavoro e ripone il legname davanti alla sua capanna. L’area obiettivo, chiamata punto focale, può essere spostata, ad esempio per concentrarsi sugli alberi presenti in un luogo particolare. Il legno raccolto può quindi essere utilizzato per la costruzione o essere ulteriormente lavorato nella segheria.

Come abbiamo discusso nel post riguardante il Municipio, tutti gli edifici possono essere migliorati per sbloccare vari vantaggi, e il taglialegna non fa eccezione:

Al livello di Avamposto, c’è un taglialegna che è in grado di raccogliere tronchi di legno tenero per i primi edifici di base (livello Avamposto) e il legno duro per la creazione di armi e la riparazione delle navi.

A livello di Villaggio, un secondo taglialegna si unisce al primo per aiutarlo e accelerare così la produzione.

A livello di Città, l’edificio riceve il supporto di un terzo artigiano.

Ci sono ancora altre opzioni relative all’uso del legno. Con il supporto della segheria, i pannelli in legno tenero possono essere utilizzati per la costruzione di ulteriori edifici, mentre il legno duro è necessario per creare carretti a mano per i trasportatori. Il menu di costruzione consente di stabilire le priorità: tagliare solo legno tenero, solo legno duro o entrambi. Se è vero che un numero maggiore di artigiani accelera la produzione, è bene ricordare che aumenta anche la quantità di cibo necessaria.

Sarete anche in grado di decidere se tagliare tutti gli alberi o se i taglialegna dovrebbero concentrarsi su quelli più vecchi e cresciuti completamente per preservare la foresta. Sebbene distanze più brevi aumentino la produzione iniziale di legna, se mettete molti taglialegna e abbattete troppi alberi, la foresta potrebbe non ricrescere abbastanza velocemente e finirete con impoverirla.

Ricordate che il gioco è in fase di sviluppo, quindi alcune funzioni o persino l’aspetto degli edifici possono ancora cambiare.

Terminato il secondo episodio della nostra serie panoramica sugli edifici, quale edificio vorreste che trattassimo in uno dei prossimi post? Ci sono altre informazioni che vorreste vedere in questi articoli? Fatecelo sapere!

Leave a Comment

[Dev] Espansione del territorio

Abbiamo costruito e ampliato grandi insediamenti con un’economia fiorente e vivace. Tuttavia, non abbiamo mai parlato di come abbiamo ampliato il nostro territorio. Nel post del blog di questa settimana parliamo proprio di questo.

Nei precedenti titoli di “The Settlers”, di solito costruivamo caserme, torri di guardia o altri edifici militari, aspettavamo che un soldato li occupasse e che il nostro territorio si espandesse automaticamente.

Nel nuovo The Settlers i giocatori hanno più occasioni per espandere il territorio e questo viene visualizzato anche in maniera più dettagliata.

Quando vediamo la nostra frontiera, contrassegnata dalle pietre di confine, sappiamo che non possiamo costruire al di là di essa. Tutto quello che si trova oltre confine è sconosciuto, inesplorato e potrebbe essere pericoloso.

Per espandere il nostro territorio dobbiamo costruire un dongione, un castello o una fortezza. Il dongione è l’edificio militare più semplice che ci aiuta a espandere e proteggere l’area.

Una volta completata la costruzione, le nostre unità militari si dirigeranno verso l’edificio. Se è il nostro primo dongione, le unità militari si sposteranno dalla battigia all’edificio. Se nel nostro insediamento abbiamo già un altro dongione, si divideranno in base alle relative impostazioni, che possiamo definire a piacimento.

Una volta raggiunto il dongione, inizieranno pian piano a reclamare qualsiasi territorio neutrale nelle vicinanze, spostando manualmente le pietre di confine.

Se vogliamo espanderci in una direzione specifica, possiamo farlo facilmente. Dobbiamo semplicemente cliccare sul dongione e impostare un punto focale. Le nostre unità preferiranno quindi la direzione scelta e si espanderanno di conseguenza. Tuttavia, ogni dongione ha una propria “area di influenza”, ovvero la distanza massima alla quale si espanderà. Lo stesso vale per il castello e le fortezze.

Una volta che le nostre unità si sono espanse nella direzione che abbiamo indicato, non si fermeranno finché non saranno state rivendicate le altre aree di influenza.

Per accelerare le cose possiamo assegnare più unità a specifici forti, castelli o fortezze. Ogni tipo di edificio ha un proprio limite di unità. Più unità abbiamo assegnato, più velocemente rivendicheremo il territorio attorno al dongione.

In un futuro post degli sviluppatori tratteremo in maniera più approfondita gli altri edifici militari, le varie unità e le diverse opzioni difensive disponibili nel gioco. Continuate a seguirci.

Cosa pensate dell’espansione del territorio? Vi piace l’idea? Fateci sapere cosa ne pensate sotto nei commenti.

Leave a Comment