Skip to content

Tag: gameplay

[Sviluppo] Biomi: Midlands

Analisi dettagliata spiegata da Andreas Moritz, level artist

Biomi

In “The Settlers”, stiamo costruendo un sistema per creare un vero senso di esplorazione. Guidano dal motore di generazione procedurale del gioco, il giocatore salpa e conquista una quantità infinita di isole all’interno dell’arcipelago di “Tavos”. Per offrire una maggiore variazione, le isole sono situate in diversi biomi climatici che modellano il paesaggio in habitat nettamente diversi.

Non solo avranno un aspetto completamente diverso, ma offriranno anche un’esperienza di gioco unica, adatta alla topologia e al clima dei biomi.

Introduzione al bioma Midlands

Con il loro clima temperato, le “Midlands” sono un ambiente deliberatamente progettato traendo ispirazione dai paesaggi dell’Europa centrale. Quando la prima nave getta l’ancora sulla spiaggia, i settler, sfiniti dal lungo viaggio, vengono accolti calorosamente dal suo paesaggio invitante e amichevole. Prati verdi dominano il territorio, progredendo gradualmente dalla costa sabbiosa verso l’entroterra lussureggiante. Ogni area condivide la stessa tavolozza di colori base, con verdi chiari che variano leggermente man mano che ci si fa strada verso l’interno.

Le isole sono state modellate dall’attività vulcanica nel corso di migliaia di anni, fino ad arrivare alla loro attuale topologia caratteristica. Il profilo è definito dalle alte montagne circondate da creste affilate e dai profondi burroni che tagliano il terreno. L’ambiente non dà mai la sensazione di essere pericoloso o ostile, ma forma piuttosto un forte contrasto con le forme morbide della prateria, progettate per unirsi in un equilibrio visivamente armonioso.

Regioni

Oltre a ospitare 3 biomi nettamente diversi, ogni bioma è ulteriormente suddiviso in 3 regioni diverse. Queste regioni non hanno alcuna differenza nel gioco, tuttavia il loro aspetto cambia per trasmettere un maggior senso di progressione e di posizione nell’isola.

Frontiera

Prendendo come riferimento le coste settentrionali europee, la cosiddetta regione di “Frontiera” accoglie i settler con scogliere poco profonde e luminose acque azzurre che accompagnano la nave fino alle lunghe spiagge bianche, adatte a gettare l’ancora e costruire il primo insediamento. Alti pini e voluminose betulle formano le prime foreste costiere, ricche di legname e piccoli animali necessari per sostenere un’economia di base. Tutto questo è incastonato e circondato da grandi spiagge incontaminate di erba alta, che annunciano il deserto presente più avanti.

È la porta attraverso la quale addentrarsi ulteriormente nell’isola e offre tutto il necessario per costruire un robusto avamposto di sbarco. Tuttavia, con l’oceano alle spalle e risorse di partenza limitate, è fondamentale spostarsi nell'”Entroterra” il più presto possibile.

Entroterra

Con i piedi finalmente asciutti e uno zaino pieno di prime risorse, l’esplorazione dell'”Entroterra” può essere meglio descritta come una passeggiata attraverso la natura dell’Europa centrale. Prati fioriti e tranquilli si accompagnano a macchie di terra e fitta vegetazione, offrendo lo spazio necessario per ampliare il proprio territorio.

Alte e vaste foreste di abeti, che dipingono il terreno col rosso degli aghi caduti, e di betulle, con la loro caratteristica corteccia bianca, sono popolate da una fauna selvatica molto più grande che include cervi e cinghiali.

È l’area che offrirà al giocatore maggiori possibilità di scelta riguardo all’eventualità e al modo in cui espandersi. A questo punto, di solito, sono presenti le risorse più importanti, e il giocatore può costruire e fortificare un insediamento o continuare a esplorare i sentieri in varie direzioni.

Zona centrale

La “Zona centrale” è una naturale evoluzione dell'”Entroterra” verso il centro dell’isola, dove i verdi dominanti sono cosparsi di macchie rosse e arancioni, più tendenti alle varianti gialle della tavolozza.

Nel complesso, la zona ricorda molto l’autunno. Le foreste di abeti e betulle dell'”Entroterra” sono ancora presenti, tuttavia i verdi saturi sono cambiati.

Affiancati da imponenti formazioni rocciose ispirate al parco nazionale del Bastei, gli spazi iniziano a sembrare molto più verticali e stretti, e le città cominciano a essere costruite letteralmente in corridoi di pietra.

Solo le isole più grandi possono contenere una Zona centrale, a causa della distanza dalla Frontiera, lasciando quest’ultima e l’Entroterra a quelle più piccole.

Soprattutto nelle isole più grandi, è in quest’area che ci si aspetta che i giocatori si incontrino e combattano. La Zona centrale è progettata per supportare questo importante elemento di gioco, perciò è la regione dall’aspetto più teatrale di tutte.

Vulcani

Le forze evolutive della natura sono ancora visibili in tutto l’arcipelago, rese ancora più evidenti dal paesaggio modellato dall’attività vulcanica. Dominando sull’oceano, i vulcani attivi si distinguono occasionalmente dalle acque circostanti per la loro caratteristica combinazione di colori rossastri e per gli effetti dello zolfo. Fortunatamente, i periodi delle grandi eruzioni sono passati da molto tempo e insediarsi nelle loro ombre è ormai sicuro.

Gioco

Le “Midlands” mantengono un buon equilibrio tra tutti gli aspetti rilevanti del gioco. Ciò significa che tutte le risorse sono facilmente disponibili, anche se non sono né troppo abbondanti né troppo scarse. Allo stesso modo, lo spazio giocabile offre ampie aree piane, adatte alla costruzione di una città potente, e stretti colli di bottiglia in cui è possibile erigere mura per proteggere i confini.

Il bioma è costruito per supportare un’esperienza di gioco rilassata, oltre al tono rasserenante creato dall’ambiente stesso, pur offrendo una sfida abbastanza impegnativa.

Leave a Comment

[Stream] Primo livestream di The Settlers – 13 settembre

A seguito della nostra presenza a gamescom e del fantastico feedback che abbiamo ricevuto sia durante la convention stessa che tramite i vostri commenti online, abbiamo pensato che fosse giunto il momento di tenere il nostro primo live stream di The Settlers.

In questo modo, tutti coloro che non hanno potuto farci visita nella Ubisoft Lounge presso gamescom potranno dare una prima occhiata al gioco e vederlo in azione.
Inizieremo a costruire il nostro insediamento e risponderemo alle vostre domande su ciò che mostreremo o su The Settlers in generale.

Sintonizzatevi il 13 settembre alle ore 19 (UTC+2) su Twitch e unitevi a noi per un’ora di relax con The Settlers!

Leave a Comment