Skip to content

Tag: Play

[Diary Studies] FAQ – Dates and language requirements

After we announced the Diary Study last week, we not only received very positive feedback from all of you, but also some additional questions.

Not all of them were covered by our initial FAQ, so, to answer these questions and provide you with some additional details, we have set up another Q&A list for you.

If there are any more questions, feel free to leave them in the comments below this article.

I have not yet received any reply to my application. How do I know I was picked?

Due to the number of applicants we’re not able to reply to all individual e-mails. Everyone chosen for this playtest will instead receive a separate invitation e-mail. If you have not received an invited by 25. November, we have not picked you for this playtest.

Will there be additional playtests in the future?

Yes. We plan to have additional playtests with different scopes in the future.

Do I need a permanent internet connection to participate in the diary study?

In order to download and play the game via Uplay PC you will need a constant internet connection.

Can you share the exact date with me so I can plan accordingly?

At the moment the diary study is scheduled to take place from 2. December until 8. December. While the minimum playtime per day is 1 hour, you can freely decide at what time of the day you want to play during.

Can you share some details about the test itself?

While we already had multiple tests via our Ubisoft Research Lab, we also wanted to involve our most loyal fans from our community platform “The Settlers Alliance”. Our goal is to learn more about the game’s initial onboarding experience – how it feels in the beginning – your opinion on the user interface and your interaction with the game world.

Can you share any details about system requirements?

While we cannot share any specific details about the system requirements at this point, we recommend using Windows 10 with the latest updates installed. The game is not compatible with MacOS or Linux systems.

Until what date can I apply for the diary study?

You have until 24. November 11:59pm UTC+1 to apply for the diary study. After this date we will not take any additional applications in consideration.

In which language do I have to write my daily feedback reports?

While the version of the game for the playtest is in English only, you can write your daily reports (diary) in either English or German. If you cannot provide your feedback in either of these two languages, we’re unfortunately unable to consider you for this specific playtest.

Leave a Comment

[Guida] The Settlers III History Edition

Avete mai pensato di tuffarvi nell’universo di The Settlers? Questa piccola guida per The Settlers 3 History Edition vi aiuterà a costruire il vostro primo insediamento.

Minimappa:

Nell’angolo in alto a sinistra dello schermo, vedrete la vostra mappa aerea sotto forma di un parallelogramma. All’interno della mappa aerea noterete una piccola area esplorata circondata da una linea bianca tratteggiata. Quest’area evidenziata rappresenta la porzione di territorio che occupate all’inizio del gioco. Ciò che rimane è la nebbia di guerra, che rimarrà nera fino a quando non l’avrete esplorata o colonizzata. Potete iniziare a esplorare immediatamente.

Colonizzare significa costruire il vostro territorio in modo da poter costituire una società funzionante per i coloni. Questo significa, a sua volta, decidere quali strumenti e armi sono necessari, con chi volete commerciare e chi potrebbe essere un buon alleato. Tutte queste operazioni, e molto altro, possono essere eseguite dal centro di controllo che si trova sotto alla mappa panoramica.

Menu Costruzione:

Cliccate sull’icona della casa (prima riga, sulla sinistra) ed entrerete nel menu di costruzione dove troverete tutti gli edifici disponibili per la vostra colonia.

Menu Distribuzione:

Cliccate sull’icona delle merci (prima riga, al centro) ed entrerete nel menu della distribuzione in cui potete eseguire tutte le regolazioni necessarie di volta in volta per la riuscita della colonizzazione. Quali strumenti e armi dovrei produrre? A chi dovrebbe essere data la priorità per il carbone o il pane? Potete occuparvi di tutte queste cose in questo menu.

Menu Statistiche:

Cliccate sull’icona del colono (prima riga, a destra) e accederete al menu delle statistiche. Qui potete vedere quanti sacerdoti, soldati, pionieri, ecc. possedete. Potete regolare quanti trasportatori o costruttori volete e potete reclutare geologi e ladri. Questo è anche il posto in cui potete far salire di livello i vostri soldati.

Qualche consiglio per cominciare:

Una colonia fiorente richiede la produzione di un certo numero di cose. I coloni hanno bisogno di materiali da costruzione per costruire le loro case e i luoghi di lavoro. Una capanna per il taglialegna, lo spaccapietre e il guardaboschi e una segheria vi consentiranno di realizzare i vostri futuri piani di costruzione, assicurandovi di avere i materiali da costruzione necessari dopo aver esaurito la fornitura iniziale.

Man mano che espandete e rendete più elaborata la vostra colonia, vi serviranno certamente ferro e carbone per poter produrre strumenti e armi aggiuntivi, dato che la scorta iniziale non durerà per sempre. Per questo dovrete costruire miniere, fonderie, officine di fabbri e armaioli. Poi c’è la questione del cibo. I vostri laboriosi minatori non lavoreranno a lungo a stomaco vuoto. Questo significa che dovrete costruire fattorie per il grano, allevamenti di suini, mulini per i cereali, macelli e fornai.

Se i vostri coloni vogliono impegnarsi nel commercio, avranno bisogno di navi e carovane. Per questo, devono essere costruiti cantieri navali e porti, nonché allevamenti di asini e mercati. Come potete vedere, la vostra colonia sta diventando sempre più variegata. Tuttavia, non è finita qui. Per coprire tutti questi nuovi posti di lavoro, anche la popolazione della colonia deve crescere. Questo è possibile solo costruendo ulteriori alloggi. Per proteggere ed espandere il vostro territorio, o per conquistare territori nemici prendendo il controllo dei relativi edifici militari, la vostra colonia dovrà reclutare nuovi soldati con cui realizzare queste ambizioni, perciò dovrete costruire torri di guardia, caserme e forse anche un paio di castelli.

Per fare tutto questo, ecco alcuni dei coloni più importanti, i loro strumenti e le attività che svolgono:

Trasportatore: (nessun attrezzo richiesto)

Quelle merci devono essere trasferite dal luogo in cui vengono prodotte a quello in cui sono necessarie. Non posizionate gli edifici troppo distanti tra loro: i trasportatori hanno già un peso sufficiente da sopportare!

Scavatore: (pala richiesta)

Prima di costruire gli edifici, bisogna liberare il terreno. Peggiori sono le sue condizioni, più tempo ci vorrà prima di poter cominciare la costruzione dell’edificio.

Minatore: (piccone richiesto)

I minatori assicurano che ci sia abbastanza metallo e oro per i fonditori e carbone per i fabbri e gli armaioli. Se i minatori mangiano il loro cibo preferito, le loro pance rimangono piene più a lungo e trascorre più tempo prima che inizino a chiedere il prossimo pasto. Il pesce è l’alimento preferito dei minatori di oro e gemme. Per i robusti minatori del ferro, va bene una bella porzione di prosciutto. I minatori del carbone sono abbastanza soddisfatti dal pane, mentre i minatori dello zolfo adorano il riso.

Costruttore: (martello richiesto)

Se ha a portata di mano legno e pietra sufficienti, il costruttore martella dall’alba al tramonto.

Spia: (nessun attrezzo richiesto)

La spia raccoglie informazioni preziose sulla posizione e sulle attività di eventuali coloni ostili presenti nelle vicinanze. Potete anche usarli per rubare risorse preziose al nemico.

Ecco le linee guida da usare come lista delle cose da fare per iniziare nel modo giusto una colonia fiorente:

  • Create l’industria edilizia che fornirà ulteriori materiali da costruzione.
  • Costruite delle residenze per garantire un adeguato approvvigionamento di forza lavoro.
  • Espandete il vostro territorio con torri di guardia o castelli.
  • Create l’industria alimentare con fattorie, fornai e macelli, senza dimenticare il pesce o le bevande alcoliche.
  • Fate trovare al geologo delle risorse naturali. Lì potrete costruire le miniere e le fonderie per rifornire fabbri e armaioli.
  • Costruite una o più caserme per reclutare i soldati.
  • Espandete il vostro territorio. Conducete attività commerciali e conquistate i territori nemici prendendo il controllo delle loro torri di guardia e dei castelli. Controllate i mari e conquistate altre isole con le vostre navi.
  • Mantenete attivi i sacerdoti costruendo templi e immagazzinando molto alcol per gli dei.

Poiché questa è solo un’introduzione al mondo di The Settlers 3 History Edition, vogliamo sentire cosa avete da dire. Avete qualche consiglio che vorreste condividere con gli altri giocatori? State cercando una partita multigiocatore? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

Leave a Comment

[Guida] The Settlers I History Edition

In questo post vi forniremo delle informazioni di base sul gioco, come gestire il primo insediamento e come combattere alcuni nemici.

Dopo aver avviato il gioco, vedete una schermata molto simile a questa.

Il cavaliere nell’armatura scintillante, che probabilmente riconoscete dall’introduzione, siete voi. È bello più che mai. Vicino all’immagine del vostro profilo c’è l’icona del mouse. Se fate clic sul mouse, potete scegliere se giocare con un amico su schermo condiviso o da soli. Potete scegliere il controller per il vostro amico nel menu di configurazione, prima di avviare la partita.

Vedete anche tre barre di colore blu, verde e rosso. Questi indicatori sono molto importanti. La barra blu indica le scorte di un insediamento all’inizio della partita. Una scorta consistente consente una rapida espansione e procura alcuni vantaggi. Una scorta ridotta crea problemi quando la città inizia ad espandersi.

La barra verde indica il livello di intelligenza degli insediamenti controllati dal computer. Questo livello influenza la rapidità delle loro azioni e reazioni.

La barra rossa rappresenta il tasso di crescita. Più è alto, più velocemente i vostri coloni si riprodurranno e più velocemente potrete espandervi.

Se giocate per la prima volta, vi consigliamo di mantenere le barre blu e rossa al di sopra del 50%.

Ora iniziamo una partita. Durante la prima partita, vi consigliamo di giocare senza nemici o contro un nemico molto debole.

Terminato il caricamento, vediamo il mondo di gioco e possiamo muoverci liberamente con il pulsante destro del mouse. È possibile modificare i comandi nel menu di configurazione. Si può persino passare ai comandi usati nel 1993/1994.

Ora dobbiamo trovare un buon posto in cui costruire il nostro castello e iniziare l’insediamento.

Dovreste cercare un lago, alberi, pietre e alcune catene montuose. Se vedete una catena montuosa, potete usare il simbolo del geologo per sapere quali risorse vi sono nascoste.

Facendo clic con i pulsanti sinistro e destro (contemporaneamente, oppure usando il pulsante centrale del mouse) sull’icona “Piccone e pala” vengono visualizzati tutti i possibili luoghi in cui è possibile costruire. Trovato il punto perfetto, è il momento di costruire il castello. Se avete attivato la modalità di costruzione rapida nelle opzioni di gioco, fate semplicemente doppio clic per posizionare il castello.

Collocando una capanna di boscaioli, una casa della foresta, una segheria e una cava, coprirete la fornitura base di merci. I coloni hanno bisogno di strade per poter accedere alle diverse aree dell’insediamento. C’è una bandiera davanti a ciascuno dei vostri edifici. All’inizio, dovete disporre una strada quando volete costruire la prima casa. Vedrete una bandiera davanti alla costruzione, proprio come quella davanti al vostro castello. Fate clic su una delle due bandiere e apparirà un simbolo per la costruzione di strade nel puntatore e nella parte inferiore sinistra del menu. Collegate le bandiere e vedrete i vostri piccoli aiutanti uscire dal castello. Più breve è la distanza tra i due edifici, meglio è. Se avete percorsi più lunghi, assicuratevi di posizionare le bandiere dove possibile. In questo modo suddividerete un percorso lungo in due sezioni e avrete più trasportatori che trasferiscono le merci. Una buona rete stradale garantisce il rapido trasferimento di merci e, in caso di problemi con il trasporto, vi consente di trovare più facilmente altre soluzioni.

Poiché, probabilmente, vorrete espandere l’insediamento, dovreste costruire delle capanne di guardia in tutte e 4 le direzioni. Questo vi garantirà di avere abbastanza spazio per costruire fattorie, industrie per produrre lingotti d’oro, spade e scudi per reclutare i soldati.

Concentriamoci sugli edifici militari e sui nemici.

Avete già ampliato il vostro territorio posizionando le capanne di guardia. Se non ci sono nemici nelle vicinanze, la bandiera accanto all’edificio rimane bianca. Quando il nemico si sta avvicinando, appare una striscia nera, e quando il nemico è vicino, la striscia diventa una croce nera. In quest’ultimo caso dovrete prepararvi a un attacco.

La bandiera non indica solo il livello di pericolo, ma vi dice anche quanti cavalieri occupano l’edificio. Più in alto è issata la bandiera, maggiore è il numero di cavalieri presenti nell’edificio. Una capanna può contenere 3 cavalieri, una torre di guardia 6 e un castello 12.

Nel menu militare, come si vede sotto, potete decidere quanti cavalieri devono occupare l’edificio. Fate clic sul più e sul meno per modificare l’impostazione. La seconda opzione consente di decidere quanti cavalieri rimarranno nell’edificio se deciderete di attaccare il nemico. Questo garantirà che un numero sufficiente di cavalieri rimanga a difendere il vostro territorio.

Ovviamente ci sono altre cose che potremmo dirvi, ma vogliamo che esploriate da soli il mondo di The Settlers 1 History Edition.

Prima di chiudere, una nota importante. OSSERVATE BENE: ogni tanto guardate le statistiche, analizzate gli errori di sviluppo o i risultati negativi di un’operazione e cercate la soluzione migliore. Anche un piccolo cambiamento può avere un effetto importante. È più saggio pianificare attentamente il programma di costruzione e la strategia invece di costruire a caso.

Potete trovare il manuale di gioco in tedesco, francese e inglese nella cartella di installazione del gioco.

Cosa ne pensate di The Settlers 1 History Edition? L’avete giocato? Avete qualche domanda? Vi piace il gameplay? Condividete le vostre opinioni o i consigli nella sezione dei commenti.

Leave a Comment