Skip to content

Tag: Territory

L’anno 2019 per The Settlers

Il 2019 è quasi finito e abbiamo deciso che questa sarebbe stata una grande opportunità per riassumere ciò che è accaduto quest’anno, prima di dire “Ci vediamo nel 2020”.

Abbiamo iniziato l’anno con la nostra serie sui diversi edifici di The Settlers, che è proseguita durante l’anno e continuerà nel 2020, quando arriveremo agli edifici chiesti da molti di voi: l’industria pesante, la produzione di armi e il reclutamento militare.

Inoltre, abbiamo avuto molti post degli sviluppatori che hanno descritto, ad esempio, l’espansione, il “Gestore delle risorse” e il Sentiero della gloria, inclusi i nostri primi due live streaming!

Alla gamescom 2019 abbiamo mostrato il gameplay dal vivo a tutti coloro che ci hanno visitato all’Ubisoft Lounge, fornendo dettagli sulle diverse edizioni di “The Settlers” disponibili per la prenotazione, e abbiamo pubblicato un nuovo fantastico trailer. Abbiamo anche annunciato il rinvio al 2020, al fine di offrire la migliore esperienza di “The Settlers” possibile a tutti i giocatori al momento della pubblicazione del gioco. Maggiori dettagli arriveranno nel 2020.

A novembre abbiamo avuto la notizia che molti di voi aspettavano da tempo: il primo playtest per The Settlers. Pianificato come uno Studio diaristico, questo playtest sarà di dimensioni piuttosto ridotte, il che ha reso ancora più difficile scegliere il piccolo gruppo di giocatori tra le centinaia di domande che abbiamo ricevuto! Vi terremo aggiornati sui risultati dopo il playtest e, ovviamente, ne annunceremo altri nel 2020.

Ora le vacanze sono alle porte, il che per molti di noi significa una pausa dal lavoro per stare con amici e familiari, e rilassarci un po’ dopo un anno così intenso.

Torneremo all’inizio di gennaio con maggiori dettagli su cosa ci aspetta nel 2020.

Fino ad allora, il team di “The Settlers” augura a tutti voi buone vacanze e un ottimo inizio per il nuovo anno. Grazie a tutti per il supporto e i commenti negli ultimi mesi. Non vediamo l’ora di condividere altre informazioni con voi il prossimo anno.

Leave a Comment

[Dev] Espansione del territorio

Abbiamo costruito e ampliato grandi insediamenti con un’economia fiorente e vivace. Tuttavia, non abbiamo mai parlato di come abbiamo ampliato il nostro territorio. Nel post del blog di questa settimana parliamo proprio di questo.

Nei precedenti titoli di “The Settlers”, di solito costruivamo caserme, torri di guardia o altri edifici militari, aspettavamo che un soldato li occupasse e che il nostro territorio si espandesse automaticamente.

Nel nuovo The Settlers i giocatori hanno più occasioni per espandere il territorio e questo viene visualizzato anche in maniera più dettagliata.

Quando vediamo la nostra frontiera, contrassegnata dalle pietre di confine, sappiamo che non possiamo costruire al di là di essa. Tutto quello che si trova oltre confine è sconosciuto, inesplorato e potrebbe essere pericoloso.

Per espandere il nostro territorio dobbiamo costruire un dongione, un castello o una fortezza. Il dongione è l’edificio militare più semplice che ci aiuta a espandere e proteggere l’area.

Una volta completata la costruzione, le nostre unità militari si dirigeranno verso l’edificio. Se è il nostro primo dongione, le unità militari si sposteranno dalla battigia all’edificio. Se nel nostro insediamento abbiamo già un altro dongione, si divideranno in base alle relative impostazioni, che possiamo definire a piacimento.

Una volta raggiunto il dongione, inizieranno pian piano a reclamare qualsiasi territorio neutrale nelle vicinanze, spostando manualmente le pietre di confine.

Se vogliamo espanderci in una direzione specifica, possiamo farlo facilmente. Dobbiamo semplicemente cliccare sul dongione e impostare un punto focale. Le nostre unità preferiranno quindi la direzione scelta e si espanderanno di conseguenza. Tuttavia, ogni dongione ha una propria “area di influenza”, ovvero la distanza massima alla quale si espanderà. Lo stesso vale per il castello e le fortezze.

Una volta che le nostre unità si sono espanse nella direzione che abbiamo indicato, non si fermeranno finché non saranno state rivendicate le altre aree di influenza.

Per accelerare le cose possiamo assegnare più unità a specifici forti, castelli o fortezze. Ogni tipo di edificio ha un proprio limite di unità. Più unità abbiamo assegnato, più velocemente rivendicheremo il territorio attorno al dongione.

In un futuro post degli sviluppatori tratteremo in maniera più approfondita gli altri edifici militari, le varie unità e le diverse opzioni difensive disponibili nel gioco. Continuate a seguirci.

Cosa pensate dell’espansione del territorio? Vi piace l’idea? Fateci sapere cosa ne pensate sotto nei commenti.

Leave a Comment